Corrispondenza commerciale


 

In questa sezione sono disponibili spiegazioni generiche sulla stesura di una lettera commerciale, ed una raccolta di lettere-campione, divise per argomento.

Come si scrive una lettera d’affari

La corrispondenza commerciale italiana tende ad essere stilizzata, impersonale e diretta.  Essa viene normalmente intesa come un tipo di comunicazione fra aziende, e non fra persone.
Il nome e l’indirizzo dell’azienda destinataria dovrebbero essere preceduti dalla dicitura ‘Spett.’ (Spettabile), che corrisponde all’inglese ‘Messrs.’, come ad esempio in ‘Spett. Ditta Francescato SpA’, ‘Spett. Ditta Ravelli Srl.’, etc.
Ci riferisce a singole persone con il rispettivo titolo, come ad esempio Signor Moriggi, Signora Brambilla, Dottor Franceschi, Ingegner Locatelli.  È possibile iniziare una lettera con un’espressione come ‘Egregio Signor Tresoldi’ e simili.  Se una lettera deve essere specificamente indirizzata ad una persona in un’azienda si usano espressioni come ‘Alla cortese attenzione della Signora Navone’.
Generalmente, l’espressione inglese ‘Dear Sir/Madam’ non viene usata nella corrispondenza commerciale italiana.  Espressioni come ‘Caro Signore/Cara Signora’ vengono qualche volta usate in lettere circolari (come lettere ad abbonati o a potenziali clienti).
Lo scopo della lettera viene sempre chiaramente indicato al suo inizio (Oggetto).  Esempio: ‘Oggetto: Vs lettera del 26 ottobre u. s.’.
Le formule di chiusura più comunemente usate sono ‘Distinti saluti’ (Yours faithfully) e ‘Cordiali saluti’ (Yours sincerely), anche se talvolta vengono impiegate espressioni più elaborate: ‘Vi porgiamo i nostri più distinti saluti’.
Se la lettera prevede uno o più allegati (attachment), essi vengono specificati con la sigla ‘All.’, seguita da un numero: ‘All. 2’ (No. 2 attachments).

Come notavamo, le lettere commerciali vengono coniderate una forma di comunicazione fra aziende/organizzazioni, e di conseguenza viene usato il pronome ‘Voi’.  Da notare che i pronomi sono sempre scritti con lettera maiuscola: ‘Vi inviamo la merce da Voi richiesta con Vs lettera del 18 maggio’, ‘Siamo spiacenti di informarVi che il Vostro conto è scoperto’, etc.  Le varie forme possessive sono solitamente abbreviate: ‘Vostro/a/i/e’ = Vs; ‘nostro/a/i/e’ = ns.  Esempio: ‘la Vs merce è stata consegnata al ns deposito di Milano’.
Se la lettera è indirizzata ad una persona specifica, il pronome utilizzato è il formale ‘Lei’.


Esempi di lettere commerciali

Qui di seguito sono riportati alcuni esempi di lettere commerciali.  Clicca sul titolo per leggere/scaricare una copia in formato file di Microsoft Word.

 

1. Esempio di impaginazione lettera

2. Richiesta informazioni (società)

3. Richiesta informazioni (persona da assumere)

4. Ordine merci

5. Lettera di accompagnamento inserzione su giornale

6. Testo inserzione

7. Lettera di accompagnamento curriculum vitæ

8. Curriculum vitæ

9. Lettera di risposta a richiesta di impiego

10. Lettera di accettazione impiego

 

 

Ultima modifica: 1/10/03


© Copyright 2002-2003, Dept. of French & Italian

UW - Madison